Contenuto del corso
Definire la propria strada
Definire la propria strada significa creare una vera e propria missione che ti faccia alzare ogni mattina motivato ad agire. È tutto ciò che da un senso alla tua vita.
0/1
Ritrovare se stessi
Quando ci associamo alle etichette con il quale categorizziamo il mondo è bene tenere a mente che queste servono a uno scopo specifico e non per incatenarci con le nostre stesse mani. Stabilisci chi vuoi essere, cosa vuoi fare e dove vuoi andare!
0/1
Amore e Relazioni (lezione facente parte del corso: Sicurezza e Autostima 34 Lezioni Pro)
Le relazioni con le altre presone, l'amare e l'innamorarsi, lo stare bene sotto l'aspetto della sessualità, del confronto e via discorrendo, nascono prima di tutto dall'essere in grado di relazionarsi in modi funzionali e costruttivi con se stessi.
0/1
Un antidoto agli attacchi di panico!
Poco piacevoli da esperire, e per alcuni difficili sia da affrontare che da gestire. Gli attacchi di panico sono una reazione automatica a uno stimolo auto richiamato. La domanda dal quale iniziare è: da cosa ti vuole proteggere esattamente il panico?
0/1
Come essere più produttivi
La produttività è la misura dell'efficienza del processo produttivo, é il rapporto che c'è tra input e output che vengo generati. É tutto ciò che sta in mezzo tra il Focus e la Disciplina. L'essere più produttivi è il prodotto di atteggiamenti precisi da coltivare!
0/1
Come gestire e affrontare il cambiamento
Il cambiamento nella vita di ognuno di noi è una costante sempre presente e che non può essere esclusa. Fa parte del vivere il cambiare e ogni cosa cambia, indipendentemente da come tu interpreti o meno il cambiamento!
0/1
Come prendere decisioni
Ognuno di noi indipendentemente da chi si è o cosa si fa prende delle decisioni! Ma come si può intuire, il prendere buone decisioni pare quasi una dote per pochi. Dietro il prendere buone decisioni ci sono delle strutture ben precise. Apprendiamole!
0/1
Come uscire dalla cella della solitudine
Evadere dalla prigione della solitudine è possibile! Ciò che ti occorre comprendere prima di tutto è che tu devi imparare a star bene senza nessun motivo. Devi imparare a star bene indipendentemente che sia o meno con qualcuno, a quel punto ti renderai conto che tutto dipende veramente da te.
0/1
Responsabilità e comportamento
La responsabilità è la congruenza con un impegno o un comportamento assunto e sott'intende l'accettazione di ogni conseguenza del come ci comporteremo. Comportarsi in maniera responsabile nei confronti del mondo farà si che gli altri si assumano a loro volta la responsabilità dei loro comportamenti.
0/1
OBIETTIVI: definire ciò che si vuole
Sapere cosa si vuole è importante. Avere degli obiettivi è ciò che ci consente di perseguire il nostro cammino verso le direzioni che vogliamo percorrere. In questo video capirai come strutturare un obiettivo in modo accurato e dettagliato.
0/1
Smettere di procrastinare
Le persone procrastinano e rimandano il da farsi perché sovrastano il senso di urgenza e d'importanza con un mucchio di scuse.
0/1
Come uscire dalla tua Comfort Zone
0/1
Miglioramento personale
Informazioni sulla lezione

Una partita a scacchi non si vince rimandando, una partita si vince giocando. Non è sempre facile sai, è impegnativo delle volte rimandare e questo vale anche per coloro che sono dei veri maestri in questa disciplina.

Riuscireste a immaginarvi in mezzo a un deserto, con 50 gradi all’ombra avendo camminato per 10 chilometri, senza mai aver bevuto un sorso? Se vi presentassero un bicchiere d’acqua fresco e dissetante, riuscireste a rimandare a lungo?

Io scommetto di no! Quando le persone procrastinano e rimandano il da farsi e per che sovrastano il senso di urgenza il senso d’importanza con un mucchio di scuse per alleggerirne il carico, in questo modo si sentono autorizzate a non fare quello che dovrebbero fare, fino a quando le cose non prendono il sopravvento e iniziano a farsi critiche e loro sono costrette a muovere i tacchi per rincorrere il tempo che ormai hanno perso, senza inevitabilmente molte volte riuscirci.

Le persone procrastinano, perché quando immaginano il da farsi, invece di vederlo avvicinare sempre di più nella propria mente man mano che avanzano, provando sensazioni sempre più positive, fanno l’esatto opposto! Avanzano e allontanano dalla loro testa tutti quelli che sono i risultati che desiderano raggiungere. È un circolo vizioso che porta le persone a desistere e ad abbandonare, proprio perché la percezione di questo, non provoca l’appagamento necessario al continuare.

Pensi che mi riferisco a qualcosa di metaforico? Niente affatto!

Pensate che il sesso sarebbe così appagante, se non ci frullassero per la testa tutte quelle cose che ci portano ad andare sempre più avanti? Vi immaginate come sarebbe se il desiderio e la sensazione non incrementassero man mano che ci si avvicinasse all’atto di farlo?

Probabilmente a metà percorso qualcuno si fermerebbe per un panino, dimenticandosi persino di ciò che stava facendo e questo non sarebbe affatto un bene per gli indici di natalità!

Eppure, quando le persone rimandano, non sempre si rendono conto di ciò che fanno per rimandare, a tal proposito, un mio caro amico diceva sempre: “sai cosa dice sempre mia madre?” – “fai oggi quello che puoi fare oggi, domani potrebbe essere troppo tardi per farlo”.

E aveva proprio ragione nel ripetere: “È ora il momento! Basta rimandare le cose importanti”.
Ho sempre pensato che quando fai le cose per tempo, poi hai più tempo per dedicarti a te è questa è la mentalità che devi avere, perché forse un giorno, tuo figlio ti chiederà: “Papa! Papà! Quando devo fare le cose? E tu dovrei essere in grado di rispondere a tuo figlio: “Fai oggi figliolo, quello che puoi fare oggi! Non rimandare mai a domani quello che puoi fare oggi, perché domani potrebbe essere troppo tardi per farlo.”

Se proprio vuoi rimandare, può rimandare ciò che ti fa stare da schifo!
Un po come quando suona la sveglia la mattina e decide di rimettere la testa sul cuscino.
Perché non fare lo stesso quando stai bene e stai per dirti qualcosa di stupido?
Ti immagini? Sei sul punto di star male e ne esci fuori con: “Ma si, ci pensano più tardi! Dovrei proprio dirmi quella cosa stupida, ma sai, c’è anche un sacco di tempo!” e l’indomani trovi un’altra scusa eccellente per rimandare ancora.

Pensi che sia assurdo? A me pare assurdo il fatto che le persone rimandino le cose importanti e quando si tratta di trattarsi da schifo o di stare male per qualcosa che gli hanno detto, oppure che si sono dette, sono sempre estremamente puntuali e dannatamente precise. Devi occuparti delle cose importanti è farle! Devi imparare che ci sono momenti per il quale rimandare va bene e ci sono momenti e cose per il quale non è proprio possibile.

Se per te, c’è qualcosa di urgente e d’importante, non puoi aspettare che passino anni prima di farlo. Se stai rimandando in tutti i modi il tuo cambiamento, mi spieghi cosa diavolo ci guadagni? Il conto non lo potrei rimandare per sempre!

Chi procrastina, perde in continuazione occasioni di lavoro, ragazze, amici e si mette in situazioni davvero assurde perché ricopre la sua vita di scusanti per fare l’inutile e rimandare l’importante.
Nella tua vita hai dei bisogni dico bene?

Se rimandassi l’andare in bagno per quattro giorni, molto probabilmente ti ritroveresti in ospedale e il susseguirsi di ciò che accadrebbe non sarebbe per nulla divertente.
Allo stesso modo, se procrastini e rimandi le cose necessarie da fare, rischi di trovarti nei guai con te stesso o con gli altri.
Ci sono persone che rimandano l’allenamento, come se il corpo si dimenticasse di averne bisogno. C’è chi rimanda persino la sua crescita personale…è assurdo! State male, sta male, ma preferisce non imparare come fare le cose in modo migliore.

Rimandano, rimandano e rimandano! Quando poi si decidono a fare ciò che dovevano fare, si accorgono che il treno ormai ha perso e si deprimono per questo.
“Mi va sempre male!”, “Sono maledettamente sfortunato!”

No, non sei sfortunato, ti stai solamente comportando da stupido e non stai facendo le cose da fare per tempo. Devi smetterla di piagnucolare e devi agire. Devi smetterla di dare la colpa al resto e devi iniziare ad assumerti la responsabilità del fatto che, se fai ottieni e se non fai non tiene un bel niente!

Sì, ma ci ho provato un sacco di volte…ti dicono!
E poi si scopre che l’hanno fatto solo una volta e pure a metà. Come se stessero prendendo in giro me e non loro stessi.

Mi spiega a cosa ti serve guardare un video come questo, se poi ritorni a comportarti come prima?

Devi fare, quando devi fare. Quando è il momento di fare, devi agire! È questo il segreto.

Molte delle volte, le persone non rimandano tanto per pigrizia, ma quanto per paura.
Paura, di come potrebbero evolversi le cose.

Cercano in tutti i modi di mantenersi e di stare all’interno della propria zona di comfort, perché convinti che al di fuori non possa che esserci di peggio. Mentre non si rendono conto che non è tanto fuori, ma quanto il fatto stesso di rimanere all’interno, che gli sta rendendo peggiori.

Parlando del procrastinare è quasi impossibile non parlare di direzioni e di obiettivi. Se hai un obiettivo abbastanza forte, un obiettivo che ti trascina letteralmente verso di se, è davvero, davvero difficile che tu possa concedere spazio a quello che è la procrastinazione. È davvero difficile che troverei delle scuse per non fare e non portare a termine quell’obiettivo, se questo è davvero, davvero importante per te!
Esistono svariate strategie che portano le persone a motivarsi ad agire, ma sono convinto che prima di motivarvi ad agire è bene che abbiate un sistema che vi permetta di scegliere in modo appropriato. È bene che abbiate un sistema che vi consenta di scegliere di prendere decisioni in modo efficace.

Se siete super motivati e in grado di agire, ma scegliete di fare un mucchio di cose stupide e tremendamente dannose e meglio che rimaniate poco motivati.
La motivazione deve essere volta a qualcosa che vi possa portare a essere persone migliori.

Prendi l’esempio di chi compie rapine od omicidi. Quella persona ha un sistema sicuramente fantastico di motivarsi, ma di certo, una strategia decisionale davvero poco efficace se volesse scegliere di farsi una famiglia, o di voler vivere in piena pace e serenità all’interno di una società.

Ciò che interessa a me è insegnarvi a prendere decisioni migliori, non solo motivarvi!
Come spiego nel mio corso avanzato “Advanced Self Confidence: Sicurezza In Se Stessi e Autostima” la motivazione e basta non è sufficiente. Dovete essere in grado di prendere decisioni efficaci e, per questo motivo, che dovrete compiere degli atti volti a domandarvi se quelle che sono le scelte che state compiendo sono veramente appropriate.

Una delle strategie che molte persone utilizzano per motivarsi ad agire e ricorrere allo stress e alla paura. Un classico è il ragazzo o lo studente, che ha ancora tre mesi di tempo per preparare un esame, completare un progetto o terminare una tesi ad esempio. Cosa credete che faccia?

Procrastina!

“Non c’è fretta!”, “Ho ancora un sacco di tempo!”

Nonostante ciò, la lancetta continua a scorrere e i giorni passano inesorabilmente. Quel tempo, una volta un andato, è andato, e non tornerà più!

Pensate che questo valga soltanto per gli studenti?
No, vi sbagliate di grosso, niente affatto! Vale per qualunque cosa facciate nella vostra vita.
Quante volte lo diceva mia madre… “Agisci e porta a termine!”, ma solo dopo si rese conto che quelle parole toccano profondamente nell’animo, portandoti ad agire e portata a termine i tuoi compiti.
Agire, quando è giusto agire. E porta a termine i tuoi compiti. Porta a termine i tuoi compiti!
E, portata a termine i tuoi compiti!

C’è chi continuamente rimanda lo smettere di fumare, fino a quando un medico o una persona al quale reputa sia importante dare ascolto non gli dice: “Bene… Lei ha un cancro ai polmoni. Per quanto tempo ancora ha intenzione di godersi suo figlio?”

“…Se vuole godersi i propri figli ancora per qualche anno, è bene che smetta di fumare adesso stesso!”

E chissà come mai, la persona a un tratto esce da quell’ambulatorio e ha già smesso di fumare, prima che il medico terminasse l’ultima frase. Nonostante anni di procrastinazione abbiano funzionato alla grande.

Nella sua testa, la persona ha fatto qualcosa di ben specifico: ha alterato il modo di rappresentarsi le esperienze, dando istruzioni di comportamento differenti al proprio cervello, che a loro volta hanno dato inizio a un nuovo comportamento.

Se siete così bravi a rimandare, perché non rimandare a domani il fatto di rimandare? Potete meta-procrastinare!

Nel momento in cui state per rimandare, vi basta a rendervi conto che state per farlo e decidete di procrastinare più tardi. In caso contrario, ci saranno altre persone che saranno ben felici di passarti davanti. O meglio, di sapere che voi siete troppo intenti a procrastinare, a rimandare, per prendersi quello che potreste avere voi!

Se è questo che volete accomodatevi pure.

Mai sentita la frase: “dai un tocco di colore alla tua vita?”. O ancora, “colora la tua vita?”
Pensi si riferisca al buttarsi della vernice sopra?

Non credo! Colorare la tua vita, significa che devi comportarti in modo tale che questa possa davvero risplendere. Se ti senti giù e non stai più facendo nulla che ti faccia sorridere, che ti faccia ridere e che ti faccia divertire, pensi che la situazione potrà mai cambiare?

Avete mai messo un depresso sulle montagne russe?
Sono più che certo e convinto, che se inizialmente si trovasse essere una larva, finito quel giro probabilmente si sentirebbe elettrico. Ma non più depresso!

Questo non significa che la depressione, ad esempio, si curi mettendo le persone su una montagna russa… Ma certamente, se si rimane nello stesso stato di coscienza quasi costantemente, difficilmente la persona riuscirà a percepire dei cambiamenti tangibili.

Quando parlo di divertirti, non intendo fare stupidaggini quali andare ubriacarti in un locale o fare idiozie. Significa mettersi nella condizione di portare il nostro stato di coscienza su un altro livello, che ti possa far star bene. Che ti possa far sentire bene! Se sono triste e mi metto ad ascoltare musica deprimente, potrò mai migliorare la mia situazione?

È un po come quando hai mal di pancia…se hai crampi allo stomaco, dubito che mangiare schifezze possa apportare dei benefici. Dico bene? Quando ai crampi allo stomaco, questo non lo fai!
Allora perché continua immergere il tuo cervello nelle schifezze, mentre quando hai mal di pancia, quando hai mal di stomaco, questo non lo fai?

Quando rimandi le cose importanti e poi stai peggio, non è affatto quello che tu chiami volerti bene. Rimandare per pigrizia, per paura, non ti darà la possibilità di avere una vita migliore. Non ti darà la possibilità di avere una vita migliore di quella che hai, se è quello che vuoi!

Dovete imparare a cambiare gli stati nel quale vi trovate. Specialmente se state male, per trovarvi e ritrovarvi a star bene, quanto più velocemente possibile.

I risultati, spesso e il più delle volte, richiedono dei sacrifici. Remarti contro rimandando il da farsi, non renderà le cose più facili. Prima ti occuperai delle faccende importanti, prima risolverai i conflitti con te stesso. Prima ti libererai delle tue paure inutili e prima inizierei a vivere!

La paura ha lo scopo di proteggerti, ma la stupidità ha il potere d’incatenarti!
Inizia a darti da fare. Non puoi permetterti più di rimandare ciò che è necessario.
Meno chiacchiere e più fatti!
Meno chiacchiere e più fatti!
Perché quando il turno nel gioco a te sarà passato, non potrei più permetterti di non compiere la tua mossa. Non potrei più permetterti di rimandare il da farsi.
E se avrei aspettato troppo, o se avrei lasciato tutto in mano al caso, non sarei più tu a giocare al gioco, ma sarà il gioco a giocare con te, mentre tu farei solo da spettatore.

E ora è il tuo turno. Sta a te, compiere la tua mossa!

File degli esercizi
Nessun allegato trovato
Nessun allegato trovato
Per Info Scrivimi